Miele di Kanuka: contro l’herpes

Il miele di Kanuka è in grado di fare miracoli contro l’herpes, proprio come i trattamenti antivirali attualmente disponibili in farmacia.

Foto ©pixabay/stevepb

Le statistiche

Statisticamente, circa il 30% delle persone soffre di questa ricorrente eruzione che si manifesta principalmente nell’aria delle labbra.

Di norma, si cura con farmaci antivirali che contengono acicloguanosina (ACV) come Zovirax o Viraban, ma negli ultimi anni è aumentata la richiesta generale di alternative naturali.

A questo proposito, i ricercatori della Medical Research Institute of New Zealand (MRINZ) hanno analizzato il miele derivato dall’albero Kanuka, scoprendo che è altrettanto efficace nel trattamento degli herpes.

Foto ©pixabay/PollyDotty

«Questo significa che i pazienti che preferiscono un rimedio naturale all’opzione medicinale, o i farmacisti che vendono i consueti farmaci, possono esere sicuri sull’efficacia di questa formula», ha dichiarato dottor Alex Semprini, leader dello studio.

Gli scienziati garantiscono che la formula Honevo (90% miele di Kanuka e 10% glicerina) presenta gli stessi benefici della crema Viraban (5% acicloguanosina) in termini di tempo impiegato a ridurre il dolore e curare l’herpes.

Ricerca e risultati

I ricercatori hanno condotto lo studio su un campione di 950 pazienti in un test che è durato due anni, dal 2015 al 2017. I pazienti hanno auto-monitorato il corso dell’infezione per 14 giorni (o fino a quando l’herpes non era sparito del tutto): secondo i risultati, il tempo medio di guarigione era di 8-9 giorni, sia con le creme disponibili in farmacia (senza ricetta), sia con le formule naturali a base del prezioso miele neozelandese.

«Alcune persone trovano che sia una cosa da nulla, ma in realtà gli herpes possono essere abbastanza problematici», ha dichiarato Kathryn McPherson, a capo della Health Research Council (HRC). «I risultati di questo studio, che si basano sui fantastici prodotti naturali della Nuova Zelanda, hanno un potenziale molto alto a livello commerciale e molto positivo per i pazienti».

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica BMJ Open.

Testo © Cover Media

Immagine in homepage © pixabay/stevepb

2019-06-08T15:19:39+01:00 08-6-2019|benessere|