Venezia 75: ovazione per Ryan Gosling e Damien Chazelle

Accompagnato dal regista premio Oscar Damien Chazelle, Ryan Gosling è stato il primo divo di Hollywood a calcare il red carpet della 75esima edizione del Festival del Cinema di Venezia.

Due anni dopo il successo planetario di «La La Land», Chazelle e Gosling sono tornati in Laguna per presentare in anteprima mondiale il nuovo film «Il primo uomo», in cui l’attore interpreta Neil Armstrong, il primo astronauta a essere sbarcato sulla Luna, nel 1969.

Al termine della proiezione, la pellicola è stata accolta da una standing ovation. Ottime le valutazioni dei critici, che pongono «Il primo uomo» tra i favoriti per la nomination agli Oscar.

Ryan, nella conferenza stampa di presentazione, ha raccontato di aver studiato a fondo la vita di Armstrong, che era notoriamente un uomo molto attento a proteggere la sua privacy.

«Non avevo mai ricevuto così tanto aiuto per un film – ha dichiarato Gosling ai giornalisti presenti -. I figli di Neil, la sorella dell’ex moglie Janet, i suoi amici di infanzia… persino la NASA mi ha aperto le porte».

«Neil era un uomo molto introspettivo, tranquillo e umile. Per me era importante rendergli onore in questo senso, ma anche creare delle finestre per raccontare ciò che ha vissuto a livello emozionale».

Ryan ha persino preso delle lezioni di volo, subito dopo accantonate su consiglio dell’istruttore.

«Pensavo che avrei dovuto imparare a volare», ha detto il biondo attore, per poi aggiungere: «In quell’esatto momento ho pensato: “Credo che questa sia un’idea terribile. Ci sarà stato un motivo per cui Neil Armstrong era destinato a diventare uno dei più grandi piloti e io no!”».

«Il primo uomo», il cui cast è composto anche da Jason Clarke, Kyle Chandler e Claire Foy, è tra i principali indiziati per la vittoria del Leone d’Oro. Tra gli altri film in lizza anche «The Ballad of Buster Scruggs» dei fratelli Cohen, «22 July» di Paul Greengrass, il remake di «Suspiria» a opera di Luca Guadagnino, «Roma» di Alfonso Cuaròn, e «La favorita», film storico diretto da Yorgos Lanthimos con Emma Stone e Rachel Weisz.

A guidare la giuria che decreterà i vincitori della 75esima edizione del festival è il regista premio Oscar Guillermo Del Toro.

Testo © Cover Media

Foto: Ryan Gosling by © WENN.com

2019-02-27T00:08:54+02:00 31-8-2018|moda|