Chi mangia lamponi ha meno probabilità di soffrire di malattie cardiache.

A stabilirlo un recente studio condotto dagli studiosi del Kings College di Londra, che ha analizzato gli effetti a breve termine che i lamponi hanno avuto su 10 partecipanti maschi, di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Il gruppo è stato “costretto” a bere dei frullati realizzati con lamponi surgelati. Chi ha bevuto queste bevande ai lamponi ha ottenuto una migliore dilatazione delle arterie, una condizione che si riscontra quando aumenta il flusso sanguigno.

Un effetto che è durato per tutte le successive 24 ore tanto che, secondo gli studiosi capitanati dalla dottoressa Ana Rodriguez-Mateos, se i lamponi riuscissero ad avere un effetto abbastanza duraturo, potrebbero ridurre il rischio di malattie cardiache in una persona fino ad una percentuale del 15%.

Dunque le ricerche sui lamponi proseguono: gli studiosi vogliono analizzare a fondo la correlazione tra questi frutti e le malattie cardiache.

Di certo non è la prima volta che si parla dei numerosi benefici dei lamponi. Secondo altre ricerche i lamponi, tra l’altro molto in voga tra i divi di Hollywood, bruciano i grassi, combattono l’invecchiamento precoce e sono un ottimo rimedio contro il mal di gola.

© Cover Media

Image by © Roman Märzinger/Westend61/Cover Images